Domenica 22 Aprile, 2018 Bookmark and Share
| Altre lingue disponibili

Le notizie del mese

Marciamo da 93 giorni
2 ottobre 2009
2 gennaio 2010

Informazioni e Raccomandazioni
PUNTA DE VACAS 2010 - Informazioni utili
Link locali e Prenotazioni


Dialogo tra palestinesi e israeliani a Wallaje (Palestina)


Palestine Wallaje | 22. Ottobre 2009 05:00
Grazie al lavoro di mediazione di Luisa Morgantini, numerose associazioni palestinesi, che si erano opposte all'evento di celebrazione della Marcia Mondiale a Wallaje, in territorio palestinese, a cui erano stato invitati rappresentanti israeliani, hanno aperto un dialoto, e le loro case, alla delegazione della Marcia, riconoscendo il suo ruolo come ambasciatrice di pace.

Può non essere stato rilevato dai giornalisti del Corriere della Sera, ma quanto avvenuto a Wallaje sabato scorso, 17 ottobre 2009, ha ripristinato in modo molto concreto il ruolo e l'impegno della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza nei territori in cui sta passando. Gruppi e importanti associazioni palestinesi, che inizialmente si opponevano all'evento di celebrazione della Marcia a Wallaje, un villaggio nei territori palestinesi, a cui erano stati invitati rappresentanti israeliani, hanno aperto un dialogo, e le loro case, alla delegazione della Marcia, riconoscendo il suo ruolo come ambasciatrice di pace, grazie a un importante lavoro di mediazione.

Venerdì 16 ottobre la delegazione della Marcia Mondiale, impegnata nel tratto mediorientale, ha organizzato un evento per celebrare la Marcia, che coinvolgeva rappresentanti di associazioni locali israeliane e palestinesi. Tuttavia nel pomeriggio, poche ore prima dell'evento, è giunto un fax in cui il portavoce di numerosi gruppi e importanti associazioni palestinesi rendeva nota la loro opposizione. La notizia ha creato tensione tra i delegati della Marcia, che temevano per la sicurezza delle decine di persone raggruppate per ciò che doveva essere un momento di celebrazione e di riflessione comune. A quel punto, con così poco anticipo, la notizia della cancellazione dell'evento non sarebbe arrivata a tutti quelli che ne avevano avuto notizia, in alcuni casi per passaparola. L'equivoco da parte dei palestinesi probabilmente è sorto per mancanza di informazioni sul ruolo e sulle attività della delegazione della Marcia, contenente alcuni rappresentanti israeliani, facendo in modo che alcuni rappresentanti palestinesi pensassero che la delegazione potesse essere un gruppo alleato agli israeliani che intendeva impossessarsi della loro terra. Vivere in questi territori significa avere quotidianamente a che fare con questioni di questo tipo, i nervi sono a fior di pelle e ogni movimento può essere visto come una minaccia.

Grazie a Luisa Morgantini, ex vice presidente del Parlamento Europeo, Ali Abu Awwad, leader del movimento pacifista "Al tariq" e portavoce dell'associazione "Combattenti per la pace", e Barbara Cupisti, una regista italiana con una profonda conoscenza di questi territori e delle dinamiche che li regolano, hanno aperto un canale di dialogo con i gruppi che, inizialmente, hanno acconsentito alle celebrazioni a condizione che escludessero gli israeliani. Di fronte a un rifiuto da parte della delegazione della Marcia a una partecipazione parziale che escludesse i rappresentanti israeliani, i gruppi palestinesi si sono ammorbiditi e hanno compreso il valore di un evento che celebrasse l'arrivo della delegazione della Marcia Mondiale in Palestina. Da quel momento è iniziato il dialogo tra i rappresentanti, israeliani e palestinesi. Questi ultimi hanno accolto la delegazione della Marcia nelle loro case, dopo avere spiegato la loro posizione ed essersi scusati per l'equivoco a causa di una mancanza di informazioni, oltre che a un'eccessiva protettività verso la loro terra e le loro famiglie. Il risultato a Wallaje è un esempio del messaggio e dell'impresa della Marcia: riavviare il dialogo dove, per usanza o per paura, il dialogo e la collaborazione sono stati interrotti. L'evento programmato è stato celebrato ed è terminato con l'adesione degli abitanti di Wallaje alla Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, con la promessa di organizzare un nuovo evento nelle prossime settimane che coinvolga israeliani e palestinesi.



Pressenza IPA
picasaweb.google.com/imagenpressenzaspain/LaMarchaMundialVisitaWALLAGEPalestina#

<< Indietro
www.theworldmarch.org ®2018 | Ultimo aggiornamento: 17:42 - 19/11/2011 (UTC/GMT) | Risoluzione : 1024/768 | Torna su
Login amministrazione | Privacy | Sitemap | Sponsors | Gadgets Shop